Federazione delle Associazioni di Artigiani del Ticino - GlaTi

Federazione delle Associazioni di Artigiani del Ticino

La Federazione Glati, in qualità di Ente maggiormente rappresentativo, è composta dale quattro associazioni di artigiani riconosciute dal Canton Ticino – Associazione Artigiani bleniesi, Associazione Artigiani della Vallemaggia, Associazione del cotto e artigiani ticinesi e Pro Verzasca.

Lo scopo della Federazione è quello di studiare, promuovere, incoraggiare e coordinare l’artigianato del Cantone Ticino anche in conformità alla legge sull’artigianato e alla convenzione sul Marchio. Gli uffici si trovano a Gordola, in Via San Gottardo 71.

 

> Scarica lo Statuto della Federazione ticinese delle Associazioni di Artigiani

..

Il comitato è così composto

 

Presidente

Gianettoni Claudio (Ass. del Cotto)


Membri

Bisi Marcel (Pro Verzasca)

Biadici Eros (Associazione artigiani Vallemaggia)

Toschini Paola (Associazione artigiani bleniesi)

..

I delegati delle associazioni

 

Artigiani bleniesi

Carminati Manuela
Saglini Patrizia


Artigiani Vallemaggia

Graber Marie Cristine


Pro Verzasca

Calzascia Paola


Cotto Ticino

De Marta Rita
Noto Vito

..
COMUNICATO STAMPA DEL CONSIGLIO DI STATO
Bellinzona, 6 settembre 2012

Decreto legislativo sull’artigianato: credito di 500’000 franchi per il quadriennio 2013-2016

Il Consiglio di Stato ha approvato il Decreto legislativo sull’artigianato che propone lo stanziamento di un credito di 500’000 franchi per il quadriennio 2013-2016 a favore del sostegno e della promozione al settore dell’artigianato ticinese. Il messaggio approvato oggi evade anche la mozione di Sergio Savoia e cofirmatari dal titolo “Artigianato ticinese: sostenere adeguatamente una risorsa importante per il territorio” del 29 novembre 2010.

Il Consiglio di Stato, sulla base degli approfondimenti svolti e delle considerazioni esposte dagli addetti del settore attraverso la Federazione delle associazioni di artigiani ticinesi (Glati) nel documento del 2012 “Studio e analisi della situazione dell’artigianato tradizionale in Ticino”, ritiene sia necessario continuare a sostenere il settore dell’artigianato, tassello – seppur esiguo – dell’economia cantonale e pilastro del mantenimento delle tradizioni storiche e culturali. Per raggiungere questo obiettivo, e a differenza di quanto fatto finora attraverso il finanziamento da parte del Cantone di singoli progetti in applicazione della Legge sull’artigianato del 1986 (che viene abrogata), il Governo intende sviluppare un nuovo modello di sostegno e considera come soluzione più adeguata quella di stipulare con l’ente maggiormente rappresentativo del settore (il Glati) un contratto di prestazione sulla base di un Decreto legislativo, strumento che risulta la modalità giuridica più coerente e flessibile.

Al termine del quadriennio 2013-2016, e dopo un’attenta analisi dell’andamento delle attività pianificate e del grado di raggiungimento degli obiettivi definiti nel contratto di prestazione, vi potrebbe essere la possibilità di inserire le strategie e le azioni a sostegno dell’artigianato all’interno del Programma di attuazione della politica economica regionale. Il settore dell’artigianato avrebbe quindi dimostrato di avere delle attività e una professionalità tali da uscire dal campo della tutela del patrimonio socio-culturale ticinese e entrare a tutti gli effetti in quello delle risorse economiche del territorio da valorizzare.

Con il Decreto legislativo approvato oggi l’impegno finanziario annuo del Cantone viene rafforzato e riportato ai livelli di una quindicina d’anni fa, con lo scopo di sostenere le attività artigianali nelle loro diverse fasi di crescita, ovvero:

  • nella loro impostazione strategica;
  • nell’accesso al credito e nella gestione dell’attività microimprenditoriale;
  • nella difesa della qualità della produzione;
  • nella promozione e nella distribuzione dei prodotti artigianali;
  • nella costituzione di una rete di formazione continua volta all’innovazione.

Va osservato che a livello regionale si auspica un coordinamento con i progetti sostenuti dai quattro Enti regionali per lo sviluppo tramite i fondi di promozione regionale a sostegno di micro-progetti e progetti di auto imprenditorialità.

Federazione delle Associazioni di Artigiani del Ticino - GlaTi

Via San Gottardo 71
CP 1109
6596 Gordola

 

+41 91 745 08 28

info@glati.ch

www.glati.ch

Apertura:
su appuntamento